Seminari, eventi e corsi monotematici promossi
dalla Scuola di Psicoterapia Mara Selvini Palazzoli.

monotematico

16/09/2019

La psicoterapia di coppia nell'ottica relazionale

Dante Ghezzi e Paola Covini. Corso monotematico 2019-2020

16/09/2019 - Viale Vittorio Veneto 12 - Milano - 10.00

OBIETTIVI DEL CORSO 

In un'ottica relazionale la presa in carico della coppia ha ormai sviluppato un’autonomia riconosciuta. La terapia con la coppia si rivela idonea in situazioni di conflitto e di patologia della relazione, ogni qualvolta sia esclusa la presenza di sintomi nella generazione dei figli, dove invece è indicata la terapia familiare. Il corso intende presentare la clinica degli interventi nelle situazioni di disagio e sofferenza di coppia attraverso la proposta di un protocollo consolidato dall’esperienza di anni di lavoro, vedi Terapia Familiare, n. 74, 2004. Il modello proposto individua le radici significative della patologia del rapporto di coppia, proponendo un intervento di cura che si colloca in una prospettiva trigenerazionale, per cui viene posta particolare attenzione alle modalità di emancipazione di ciascun coniuge dalla propria famiglia d'origine. Ogni membro della coppia viene peraltro considerato come soggetto che, mentre porta il proprio contributo alla relazione, mantiene la propria autonomia ed è capace di strategie che attingono ai significati individuali e all’organizzazione di personalità. I punti nodali dell'iniziale fase di consultazione e del successivo percorso di trattamento, partendo dal disagio attuale, sono: la posizione del soggetto nella sua famiglia originaria, lo svincolo, la scelta del partner, il contratto di coppia, il sorgere della crisi, le risorse individuali perduranti, i rapporti attuali con le famiglie originarie. Il lavoro con la coppia analizza altresì le difficoltà e le soluzioni tentate e propone la ricerca di alternative verso nuovi modi di pensare e di sentire. Nelle situazioni in cui ciò è opportuno vengono discussi inoltre gli indicatori del coinvolgimento dei figli nel conflitto di coppia ed esplicitati i criteri di valutazione del loro disagio, al fine di riattivare condizioni di protezione e tutela.
L'itinerario formativo del corso si articolerà sulle seguenti tematiche. 
· Consultazione e terapia, due fasi distinte con obiettivi differenziati. 
· Terapia con la coppia: il percorso clinico specifico. 
· Idoneità e non idoneità della coppia alla terapia. 
· Protocollo clinico della terapia. 
Tematiche specifiche: coppie miste, coppie omosessuali, coppie al secondo o terzo matrimonio/convivenza. 
 
Aspetti metodologici
Ogni giornata sarà articolata in momenti teorici, presentazione di casi con eventuali visione di tapes, supervisioni, esercitazioni in gruppo.

monotematico

03/03/2020

L’uso del corpo e delle emozioni in terapia. Un approccio basato sulla Connessione Interpersonale

Laura Fino, Alberto Penna. Corso monotematico MILANO 2020

03/03/2020 - Viale Vittorio Veneto 12 - Milano - 10.00

Milano, dal 3 marzo al 26 maggio 2020

Il corso si prefigge di accompagnare i colleghi nell’acquisizione di un modo di entrare in relazione terapeutica intenso e ravvicinato, mediante vie di accesso e strumenti non verbali, simbolici e corporei. Tutto ciò al fine di approfondire e accelerare il processo terapeutico, soprattutto per le terapie familiari e di coppia.

La cornice teorica è quella sistemica, arricchita con le tematiche dell’attaccamento, della sintonizzazione emotiva e delle risonanze corporee stimolate dagli stati emotivi (il senso di pericolo, la paura, lo stress ecc). Verranno anche mostrati i riferimenti di questo approccio con le moderne acquisizioni delle neuroscienze.

La metodologia prevede momenti di spiegazione, di sperimentazione diretta, di teoria, di confronto, visione di video clinici, in un’alternanza continua durante tutte le giornate.

PRIMO MODULO: martedì 3 marzo e martedì 31 marzo

Inquadramento teorico, la Connessione Interpersonale®, il corpo e le emozioni in terapia, modelli di presa in carico della coppia. Modalità di uso degli strumenti: spunti dalla mindfulness, attenzione al qui e ora. La comunicazione simbolica. Neuroni specchio e vie di accesso per la sintonizzazione emotiva: l’empatia e l’utilizzo delle attivazioni emotivo-corporee in seduta.

SECONDO MODULO: martedì 21 aprile

Il ruolo dello stress e le tematiche traumatiche. Lavorare alla messa in sicurezza: la consapevolezza nel qui e ora emotivo della seduta. Vie di accesso alla connessione profonda, vicinanza e lontananza, sguardo in silenzio.

TERZO MODULO: martedì 12 maggio e martedì 26 maggio

Emozioni, trigger e floatback. Ulteriori vie relazionali per la connessione interpersonale profonda: l’attaccamento e il corpo, chiedere aiuto, riconoscere e lasciare andare, riconoscimento della sofferenza, equità e giustizia nelle relazioni. Risorse relazionali. Timing, indicazioni e controindicazioni qualità del terapeuta.

 

 

seminario

08/02/2020

La cura della depressione con un approccio sistemico relazionale

Seminario di Juan Luis Linares

08/02/2020 - Piazzale Morandi, 2 - Milano - dalle 10.00 alle 17.00

PROGRAMMA

Il relatore sottolineerà l’importanza di distinguere due tipi di depressione: una più grave, erede della storica diagnosi di psicosi maniaco depressiva: la depressione maggiore e l’altra, meno grave, di livello nevrotico: la distimia.

Nella famiglia di origine del depresso grave di solito troviamo una coppia di genitori ben funzionante, come coppia, dentro una relazione complementare e un fallimento delle funzioni genitoriali, nel senso di genitori molto esigenti ma incapaci di valorizzare i loro figli. Squalificato, il paziente tende a sua volta a costruire una relazione di coppia complementare, che si irrigidisce quando, viste frustrate le aspettative di protezione e valorizzazione, arrivano i sintomi della depressione, a chiudere il cerchio della completa squalifica.

Diversa la storia del distimico, viene da una coppia di genitori male abbinati, conflittuali, che lo triangolano nella coalizione con uno di loro mettendolo contro l’altro. Imitando il modello genitoriale il paziente distimico tende a costruire una relazione di coppia simmetrica, dentro la quale i sintomi alimentano un gioco di potere.

L’intervento terapeutico si indirizza soprattutto alla coppia, anche se, per la depressione maggiore è molto importante coinvolgere la famiglia di origine e anche un lavoro individuale con il paziente.

JUAN LUIS LINARES

Professore di psichiatria all’Università Autonoma di Barcellona è stato ed è uno dei maggiori protagonisti della terapia familiare spagnola, europea e sudamericana. Ha fondato nel 1981 la scuola di terapia familiare dell’ospedale Sant Pau di Barcellona che tuttora dirige, insieme con il centro di psicoterapia di questo spettacolare ospedale modernista.

La collaborazione con la nostra scuola dura con intensità e continuità da più di trent’anni.

 

Letture preparatorie

Selvini M., (2002), “Recenti sviluppi della ricerca relazionale sulle depressioni”. In Ecologia della mente, 1/2002, 25, giugno, pp. 21-39, e le note scritte da Matteo Selvini in preparazione del seminario di oggi disponibili nella sezione materiali (Linares 2020)

monotematico

24/01/2020

La presa in carico dell'adolescente e del giovane adulto

Stefano Cirillo. Corso monotematico 2020

24/01/2020 - Viale Vittorio Veneto 12 - Milano -

Durante questi ultimi diciassette anni, l'esperienza dei docenti della Scuola nella terapia familiare di adolescenti e giovani adulti con gravi patologie, si è andata incontrando con la domanda di formazione degli allievi, la cui clientela era per lo più costituita da pazienti individuali. 
Questo incontro è stato fruttuoso per mettere via via a punto una serie di criteri relativi a diverse forme di trattamenti: individuali, familiari, paralleli, alternati, allargati. 
Nel corso il formatore si concentrerà, a partire dai casi presentati dai partecipanti, sui temi relativi ai diversi formati di convocazione, che rimanderanno sia ai processi di valutazione (sulle dinamiche familiari, sulla natura del sintomo, sulle organizzazioni della personalità individuale), sia alle risorse attivabili nel paziente stesso e nel sistema familiare, seguendo il modello illustrato nel recente volume Entrare in terapia. 
Il gruppo riprenderà l’organizzazione sperimentata negli anni passati, in cui i partecipanti preparano in anticipo il materiale sui propri casi, inviandoli a tutti i membri del gruppo, di modo che la discussione possa partire immediatamente dai quesiti clinici e di teoria della tecnica. 

Il corso, che si svolge presso la sede della Scuola a Milano, in Viale Vittorio Veneto 12, prevede nove incontri nelle seguenti date: 

  • venerdì 24 gennaio 2020          
  • venerdì 7 febbraio 2020            
  • venerdì 20 marzo 2020             
  • venerdì 17 aprile 2020
  • mercoledì 3 giugno 2020
  • mercoledì 9 settembre 2020                  
  • venerdì 23 ottobre 2020            
  • venerdì 13 novembre 2020
  • venerdì 4 dicembre 2020