Seminari, eventi e corsi monotematici promossi
dalla Scuola di Psicoterapia Mara Selvini Palazzoli.

In evidenza

17/11/2018 - Via Piamarta, 6 - Brescia - 10.00

Sabato 17 novembre presso l'Auditorium Capretti di Briescia si terrà il IX Convegno degli Specializzati della Scuola di psicoterapia.

Tutti gli eventi


seminario

16/02/2019

I bambini nelle separazioni di coppia ostili: dal rischio di abuso a risorsa in terapia

Seminario di Anna Mascellani

16/02/2019 - Piazzale Morandi, 2 - Milano - dalle 10.00 alle 17.00

L’idea centrale della Terapia Familiare Multigenerazionale è che il problema di un bambino sia sempre da considerarsi come un problema familiare e che le risorse siano racchiuse all’interno del problema stesso per cui viene richiesta la terapia. Il bambino problematico diventa così un bambino “competente”, che guida il terapeuta nel suo mondo relazionale.

Nelle separazioni di coppia ostili, così frequenti ormai, i bambini sono spesso dimenticati nella nebbia del conflitto coniugale da parte di genitori sofferenti o immaturi. I figli cercano di fare ciò che possono per far fronte ai propri bisogni e a quelli dei genitori contemporaneamente, ma purtroppo a un prezzo a volte salato. Si manifestano così sintomatologie “regressive” di disadattamento o di aggressività, oppure spesso in queste situazioni i “saggi” sono proprio i bambini, che crescono troppo rapidamente, diventando oggetti di compensazione e di rassicurazione o, peggio, strumenti di vendetta nelle mani di genitori immaturi.

Il seminario sarà incentrato sul bambino come risorsa nella terapia familiare. Il tema sarà affrontato sia a livello teorico, in una cornice sistemico-relazionale, sia sul piano concreto dell’intervento terapeutico con bambini in difficoltà.

ANNA MASCELLANI

Psicologa e psicoterapeuta familiare, didatta supervisore e vice-direttore Accademia di Psicoterapia della Famiglia, Roma.

Tra le sue numerose pubblicazioni ricordiamo: Andolfi M., Mascellani A., “La terapia con la famiglia nel modello sistemico-relazionale”, in Cionini L. (a cura di), Modelli di psicoterapia, Carocci editore, Roma, 2013 e Andolfi M., Falcucci M., Mascellani A., Santona A., Sciamplicotti F. (a cura di), Il bambino come risorsa nella terapia familiare – I seminari di Maurizio Andolfi, A.P.F., Roma, 2007.

seminario

08/06/2019

Terapia, etica personale e vita civile. Una nuova frontiera etica per i terapeuti

Seminario di WILLIAM J. DOHERTY

08/06/2019 - P. le Morandi, 2 Milano - Milano - dalle 10.00 alle 17.00

Siamo ormai abituati al fatto che i pazienti portino in terapia ogni tipo di dilemma etico: rimanere in una relazione o porvi termine? Rompere o rimanere legati a membri difficili della famiglia d’origine? Dire la verità o mentire nel tentativo di evitare una sofferenza a qualcuno? La lista è lunga. Ma poiché ci è stato insegnato ad essere “neutrali” e ad evitare conversazioni sui valori stiamo spesso in silenzio, piuttosto che essere realmente d’aiuto in queste situazioni. Oltre a mostrare come condurre “consultazioni etiche” su questioni personali, il seminario intende approfondire una nuova frontiera per i terapeuti, come creare uno spazio di confronto su temi pubblici e politici che si ripercuotono su tanti dei nostri pazienti e come pensare a noi stessi e ai nostri pazienti come membri responsabili delle nostre comunità.

Scopriremo:

•          La nuova psicologia di come le emozioni producano benefici etici e come questo possa giovare ai pazienti;

•          Strategie pratiche di aiuto per pazienti con dilemmi etici, come l’identificare valori in competizione tra loro e mettere in discussione in modo costruttivo le azioni dannose per gli altri.

•          Nuove modalità di affrontare lo stress politico nella vita di oggi dei pazienti e riflettere sul ruolo dei pazienti – e dei terapeuti – in quanto cittadini di comunità più ampie.

 

Obiettivi di apprendimento

1.         Identificare gli elementi fondamentali della nuova psicologia dell’intuizione morale e le sue implicazioni per la psicoterapia.

2.         Spiegare come la psicoterapia tradizionalmente non abbia trattato tematiche etiche nella vita dei pazienti e perché questo approccio non sia più praticabile.

3.         Identificare modalità pratiche di aiuto per pazienti che presentano dilemmi etici.

4.         Discutere il ruolo dei terapeuti e dei pazienti in quanto cittadini di un mondo più vasto.

WILLIAM J. DOHERTY

William J. Doherty è docente di Family Social Science all’Università del Minnesota dove è direttore del Minnesota Couples on the Brink Project che si occupa dell’ambivalenza riguardo al divorzio di coppie in crisi e del Citizen Professional Center che si occupa di progetti per la comunità su temi che dividono, come ad esempio le relazioni tra la polizia e la Comunità Nera.

Ha ricevuto diversi riconoscimenti nel campo della terapia familiare e di coppia, tra i quali il Lifetime Achievement Award from the American Family Therapy Academy. 

È autore o curatore di numerose pubblicazioni tra le quali la più famosa è Scrutare nell’anima. Responsabilità morale e psicoterapia tradotta da Raffaello Cortina nel 1997 e più recentemente (2017) ha pubblicato negli Stati Uniti Helping Couples on the Brink of Divorce.

 

 

 

seminario

16/02/2019

Pensare il vivente. Malattia e cronicità

Seminario di Marco Vannotti

16/02/2019 - Piazzale Morandi, 2 - Milano - dalle 10.00 alle 17.00

Questo seminario si rivolge agli psicoterapeuti che, esperti in disturbi psichiatrici, possono sentirsi incerti di fronte alla malattia somatica e ai medici che si confrontano con il dolore persistente dei loro pazienti. Attraverso casi clinici rifletteremo insieme sulla malattia e sulle finalità della cura. Il seminario fornirà qualche suggerimento pratico per affrontare la malattia cronica.

Il seminario affronterà questa semplice ma profonda questione della vita umana nel suo mistero, nell’intreccio dei suoi aspetti biologici e psicologici, individuali e relazionali. Si tratta di pensare il vivente, e di pensarsi come viventi che si trovano di fronte alla sofferenza e al timore della morte.

Non è un tema allegro, ma la malattia, la morte, come la nascita e gli affetti fanno parte di quella vita che ci sforziamo d’accompagnare nelle nostre terapie.

MARCO VANNOTTI

Psichiatra e psicoterapeuta, ha insegnato le medical humanities e l'approccio sistemico in medicina alla Facoltà di Biologia e di Medicina di Losanna e alla Facoltà di Scienze dell'Università di Neuchâtel. Insegna Psicoterapia della famiglia a orientamento sistemico in diversi Centri di formazione in Svizzera, in Francia e in Italia. È didatta della Scuola di Psicoterapia "Mara Selvini".

seminario

30/11/2018

La valutazione della personalità con la SWAP-200

Seminario di Vittorio Lingiardi

30/11/2018 - Piazzale Morandi, 2 - Milano - dalle 9.30 alle 14.30

PROGRAMMA

SWAP significa Shedler-Westen Assessment Procedure, uno strumento di valutazione della personalità che consente di formulare diagnosi, dimensionali e categoriali, compatibili sia con i criteri del DSM 5 sia con l'assessment psicodinamico. 200 perché è composta da tale numero di descrittori che il clinico deve confrontare con le caratteristiche del soggetto in vista di un'affidabile diagnosi di personalità.

Il laboratorio prevede un numero limitato di partecipanti (40) in modo che sia davvero possibile coinvolgere tutti in un percorso di apprendimento all'uso dello strumento.

VITTORIO LINGIARDI

Psichiatra e psicoanalista, è professore ordinario di Psicologia dinamica alla Facoltà di Medicina e Psicologia, Sapienza Università di Roma, dove dal 2006 al 2013 ha diretto la Scuola di Specializzazione in Psicologia Clinica. È una figura di spicco nella psicoterapia italiana, specialmente nel campo della ricerca empirica e come leader della psicoanalisi relazionale. Non solo, è un punto di riferimento per gli studi sull’orientamento sessuale e l’identità di genere. È autore di Mindscapes (Cortina, 2017) dedicato al rapporto tra psiche e paesaggio. Con Nancy McWilliams ha curato la nuova edizione del Manuale Diagnostico Psicodinamico, PDM-2 (Guilford, 2017; Cortina, 2018). 

Matteo Selvini sarà presente sia come allievo che come facilitatore della comunicazione tra il conduttore e gli allievi.